il Presepe in Cartapesta

Testimonianza di civiltÓ  - VivacitÓ Naturalistica - Eco di suoni Agresti


La cartapesta quasi certamente di origini Cinese, risale al 3░ sec. A. C. La sua struttura Ŕ un capolavoro di semplicitÓ e di discreta resistenza. In Italia si diffuse pi¨ dal XVI sec., allorchŔ se ne fecero statue sacre, crocifissi ed oggetti vari ad imitazione di quelli di legno. In Francia e Inghilterra questa tecnica ebbe maggior fortuna nel XVIII e XIX sec. per il suo utilizzo nelle decorazioni architettoniche di interni e di mobili. La facile deperibilitÓ del composto (carta macerata nell'acqua e colla) fu purtroppo limitata la persistenza delle opere nel tempo.

L'Associazione Culturale "Gruppo Cartapesta Cassibile", Ŕ nata nel 1985 con lo scopo di far rivivere con gli stessi metodi antichi la lavorazione della cartapesta. All'inizio, tale lavoro fu dai componenti considerato una stravaganza, una curiositÓ e venne accolto come un divertente hobby per la realizzazione di Presepi e maschere di Carnevale. Dopo alcuni anni di intenso lavoro e perfezionamento tecnico, il gruppo pens˛ di esporre le proprie opere al pubblico e la novitÓ incontr˛ subito molti simpatizzanti. Negli ultimi anni l'associazione si Ŕ dedicata particolarmente alla creazione del Presepe riscuotendo successi ed ammirazione. 

Il Presepe in Cartapesta Ŕ realizzato con effetti  scenografici su 3000 mq. di terreno alla periferia di Cassibile. I  personaggi sono a grandezza naturale; ed Ŕ proprio grazie allo loro credibilitÓ e naturalezza,  che si ritorna indietro nel tempo, per rivivere certe emozioni, ormai scomparse dai nostri ricordi. Lo scopo principale del "Gruppo Cartapesta Cassibile", Ŕ stato proprio quello di far rivivere in quei piccoli borghi le numerose usanze perdute, tipiche dei racconti siciliani. Una natura molto curata e vera  avvolge gradevolmente tutti i personaggi che svolgono i loro umili lavori, rendendo l'aria di questo piccolo borgo, malto suggestiva. Molte le figure in movimento: "lo stagnataro", "l'arrotino" , "il ricottaro", "il fabbro". Il "Gruppo Cartapesta Cassibile", ha saputo dare a questi personaggi parte del loro sentimento, per questo le figure risultano molto verosimili e reali. All'interno del borgo Ŕ ricostruito un paesaggio in miniatura,  in cui tutti i particolari come tappeti, letti, oggetti ornamentali sono molto curati,  da tutto ci˛ traspare la passione e la cura meticolosa dei dettagli del "Gruppo Cartapesta Cassibile".



NATALE (di Carmelo Pulvirenti)

Vinni u natali di l¨ Bammineddu

Scinniu n'terra lu figghiu ri Diu

Senza vistiti ca peddi r'incoddu

Pi tuttu u munnu la paci purtau.

Dormi biatu l¨ Bammineddu

Al'latu lu oi e l¨ sciccareddu

Supra la pagghia riposa Maria

Giuseppi Ŕ svegliu ca li talia.

Stancu ri sonnu e senza mangiari

S'inginucchiau e si misi a priari.

N'celu appariva na stidda cumeta

C'alluminava la rutta Riali

N'tornu si vistunu ranni fucati

A capu testa li rÚ priurati.

Poi s'intisi luntanu na uci

Prestu curriti, purtati lu luci

Purtati latti, cuperti e lu mbr¨

Faciti prestu, nasciu Ges¨.

il paesaggio in miniatura


indietro home

Privacy - Cookie Policy